Saggi Storici sui Tarocchi di Andrea Vitali

Saggi Ospiti

Una “Notizia Secreta” sul Tarocchino di Bologna

Pubblicata dal “Il Quotidiano Bolognese” nel 1797

 

Articolo di Andrea Vitali, ottobre 2021

 

 

Nell’ottobre del 1797, venne stampato, in foglio, il primo numero del Il Quotidiano Bolognese, ossia Raccolta di Notizie Secrete curato da Jacopo Marsigli, il quale, dopo aver evidenziato la mancanza in città di un simile giornale informativo, rivolgendosi al pubblico dei lettori volle sottolineare le finalità del Quotidiano, cioè rendere edotti i cittadini di ciò che di interessante era accaduto giornalmente in città e questo sia per il trattenimento de forestieri che per la facilitazione del commercio. Inoltre sarebbero state inserite le notizie più interessanti provenienti dal mondo intero, il tutto con estrema precisione e soprattutto brevità.

 

 

A L    P U B B L I C O

 

Cittadini

 

 

"Tra li molti ottimi stabilimenti, che si veggono nella nostra Città egli è senza dubbio mancante un foglio quotidiano, che annunzj le novità generali del paese, e quanto vi è di più rimarcabile nel giorno. Quanto ciò interessi, io non m'impegno a mostrarvelo, non volendo fare l'Apologia di ciò, che vado io medesimo a produrre. Son sicuro che l'esperienza ed il fatto mi compenserà questa fatica, e farà tacitamente gli Elogj di un foglio, che forse può dirsi il più interessante.

Domani primo Ottobre (10 Vendemiatore) comparirà per la prima volta il giornale chiamato IL QUOTIDIANO BOLOGNESE, che si pubblicherà costantemente ogni giorno alle ore 10 Antimeridiane.

Questo foglio conterrà tuttocciò che di interessante siavi in Bologna nel giorno, tanto per trattenimento de’ Forastieri, quanto per la facilitazione del Commercio. I novellisti vi ritroveranno con che appagare la loro curiosità, mentre non si tralascerà di dar loro qualche notizia, che gli metta al fatto di ciò che accade per il Mondo: però il tutto colla maggior precisione e brevità, fuggendo quanto più è possibile i lunghi dettagli, gli episodi, e le riflessioni. Questi si lasciano a chi avrà meno notizie a dare, o più spazio a riempire…" (1)

 

                                                                                          Salute, e Fratellanza

                                                                                             Jacopo Marsigli 

 

 

 

 Il Quotidiano Bolognese

 

 

 

Venendo al giorno 4 di ottobre del 1979, il Quotidiano aprì con una notizia davvero strana, ricevuta da N.N. Quattro persone, riunitesi in una casa per giocare a Tarocchini, vissero un’esperienza diremo fuori dalla norma in quanto al termine della partita nessuno si ricordava chi avesse dato le carte e a chi toccasse darle per iniziare una nuova partita, tanto che immediatamente subentrarono dei contrasti. Anche alcuni spettatori, amici dei giocatori, provarono lo stesso annebbiamento. L’autore dell’articolo si pose allora la domanda se per caso fossero ubriachi, ma la risposta fu negativa dato che tutti erano sobri e non particolarmente amanti del vino. Passato quel particolare momento, decisero allora che per capire chi dovesse dare le carte si dovesse ricorrere alla sorte secondo i Regolamenti e il buon ordine del gioco dei Tarocchini.

 

 

Mercoldi 4 Ottobre 1797. - 13 Vendemiatore dell'Anno VI. della Rep. Francese.

 

N O T I Z I E  D E L LA  C I T T A'

 

 

"In una Casa pulita dove si radunano diversi amici a fare la sera una partita a Tarochino doppo avere contato il Gioco, per quanto si pensasse non si potè ritrovare chi avesse fatto le Carte, e chi tocava a Scartare; frà tutti quatro che ivi giocavano diversi furono li contrasti. La bella poi fù che trè o quattro soprastanti al gioco, interrogati, nessuno seppe dire chi avesse fatto le Carte, o a chi toccasse a Giocare. Qual conseguenza dovrebbe dedursene? Che tutti erano stupidi, o ubriachi. Epure si sà di certo che tutti eran Savj, sani di mente, senza aver bevuto, e sono persone piutosto astemie dal Vino. Per decidere la quistione si dovette venire alla sorte di chi doveva fare le Carte secondo li Capitoli del Tarochino, e buon ordine del Gioco. Art. Comunicato" (2). 

 

Occorrerebbe chiedersi se l’informazione ricevuta dal Quotidiano da persona rimasta anonima fosse una burla oppure qualcosa che avesse a che vedere realmente con una perdita temporanea di coscienza. Il fatto che il Marsigli l’avesse recepita come autentica e quindi pubblicata, ritenendo che tutta la situazione si fosse svolta in uno stato di trance colletivo, non deve stupire, data la credenza in molte persone della possibilità che situazioni di tal genere potessero e potrebbero realmente accadere.

 

Note

 

1 - Ottobre 1797. Mese I. della Pubblicazione del Quotidiano Bolognese ossia Raccolta di Notizie Secrete coll’Indice di tutte le Materie Contenute, [Bologna], Anno I. Republicano, Impresso nella Stamperia di Jacopo Marsigli ai Celestini. Il volume raccoglie tutti i fogli del Quotidiano pubblicati dalla domenica 1 ottobre al sabato 30 “decembre” 1797.

2 - Ibidem, p. 13.