Alessandra Ruffino

Socio

 
soci Ruffino

Piemontese, dottore di ricerca in Italianistica, studia da sempre i rapporti tra arte e letteratura. Dopo la maturità classica, è stata allieva di Marzio Pieri all’Università di Parma e poi di Marziano Guglielminetti, è stata in servizio per otto anni all’Università di Torino (2000-2008).

 

Dal 2008 ha iniziato a collaborare come redattrice con la società editrice Umberto Allemandi e nel 2009 ha intrapreso una collaborazione con Nino Aragno Editore. In campo editoriale è stata anche per tre volte consulente di Pearson-Paravia in qualità di iconografa e di progettista editoriale.

 

Giornalista pubblicista, collabora con «Il Giornale dell’Arte», oltre a esser attiva nell’ambito della divulgazione come consulente di enti pubblici e privati.

 

Come studiosa e critica, sviluppando i due principali filoni di interesse (quello per l’epoca manieristico-barocca e quello per le arti figurative), ha pubblicato decine di contributi storico e critici.

 

Tra le edizioni si ricordano L’Adamo di Giovan Battista Andreini (Archivio Barocco 1998, nuova ed. La Finestra 2007), La Galeria (con Marzio Pieri, La Finestra 2005), La Sampogna di Giovan Battista Marino (La Finestra 2006): ha inoltre curato la prima edizione moderna dei Grotteschi del pittore e poeta manierista Giovan Paolo Lomazzo (Vecchiarelli 2006), Il Passaggio per Italia del pittore Federico Zuccari (La Finestra 2007), nonché studi iconografici originali per La Galeria del Marino (I pittori del Marino – CD-rom allegato all’edizione) e una raccolta di scritti letterari di Carlo Mollino (Frammenti fatti regime, Aragno 2014).

 

Tra i suoi saggi principali si ricordano i tre volumi: Ideogrammi per un viaggio nell’anima in Barocco (Aragno 2010), Vanitas vs Veritas (Allemandi 2013) e Mollino fuoriserie (Aragno 2015).

 

In campo artistico, da ricordare almeno le sue curatele alla Villa Vidua di Conzano (Alessandria) di una mostra di Carol Rama (cfr. catalogo Mappe e segni – Carol Rama a Villa Vidua, Franco Masoero Editore 2009) e di una di Urano Palma (2010), nonché l’ampia monografia dedicata all’artista Giovanni Tamburelli Hotel du Tambour (Allemandi 2016). Merita menzione, infine, la curatela della mostra «Stampatori trinesi del Cinquecento. Editoria, arte e avanguardia tra Monferrato ed Europa» (Vercelli, Museo Leone, 14 aprile - 2 giugno 2013).

 

All’attività di ricerca e di consulenza editoriale, affianca da anni quella di guida e conferenziera su tematiche d’arte. 





Sito
www.alessandraruffino.it

Indirizzo e-mail
aarruff@gmail.com